Recensione “La moglie imperfetta” – B.A. Paris

Buongiorno amici lettori e buon mercoledi! Come procede la vostra settimana? Oggi non voglio dilungarmi più del dovuto: preferisco raccontarvi subito la mia opinione sull’ultimo libro letto, nonché il primo del mese di novembre. Questo mese ho deciso di iniziarlo con un thriller che avevo intenzione di leggere da quando è uscito e finalmente sono riuscita a dedicargli un po’ del mio tempo.


1098117_La moglie imperfetta_Esec@01.inddLa moglie imperfetta

B.A. Paris

TRAMA:A chiunque ogni tanto capita di non ricordare dove siano le chiavi di casa o dove ha parcheggiato la macchina, o magari di dimenticare un appuntamento con un’amica. Chiunque non farebbe caso a simili sciocchezze. Per Cass Anderson, invece, è diverso. Ogni minimo deragliamento della memoria potrebbe essere un sintomo preciso: demenza precoce, la malattia che ha colpito la madre diversi anni prima. Ecco perché, adesso, Cass sta vivendo un incubo. Una sera di pioggia, tornando a casa, ha superato un’auto ferma sul ciglio della strada. All’interno c’era una donna, ma lei non si è fermata ad aiutarla. Poi la mattina seguente ha scoperto dai telegiornali che quella donna è stata assassinata. Esattamente dove lei l’aveva incrociata. E, subito, ai sensi di colpa si aggiunge l’angoscia di aver visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. Come spiegare le telefonate mute che ha cominciato a ricevere proprio da quella mattina, se non come una velata minaccia? E perché anche quando è in casa ha così spesso la sensazione di essere osservata? Cass è terrorizzata perché non ricorda nessun dettaglio significativo riguardo quella sera. Purtroppo, però, da qualche giorno non si ricorda nemmeno come funziona la lavatrice, se ha preso o no le sue pillole, se uno dei coltelli in cucina avesse una strana macchia sulla lama, come di sangue… L’unico che potrebbe aiutarla a non impazzire e a capire cosa stia succedendo è suo marito, Matthew, che però le appare ogni giorno più distante e distaccato, quasi fosse il primo a essere certo che non ci sia niente da fare, che la malattia sta prendendo il sopravvento. E anche Cass ormai se ne sta convincendo. Un pomeriggio, però, proprio nel garage di casa fa una scoperta che cambia tutto…

TITOLO: La moglie imperfetta
AUTORE: B.A. Paris
EDITORE: Nord
DATA DI PUBBLICAZIONE: 21 settembre 2017
PAGINE: 393

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

Avevo voglia di leggere questo libro fin dal primo giorno in cui ho visto che B.A. Paris aveva in programma l’uscita di questo suo secondo romanzo. Ero rimasta piacevolmente colpita dal suo romanzo d’esordio, “La coppia perfetta” e non vedevo l’ora di leggere un altro libro della stessa autrice. Nonostante il libro mi sia piaciuto mi sento di dirvi fin dall’inizio che probabilmente mi sono approcciata a questo libro con delle aspettative davvero alte e ne sono rimasta un po’ delusa. Reduce dal mio ricordo molto positivo riguardo al suo romanzo d’esordio, ho iniziato la lettura di questo libro con l’aspettativa di ritrovare lo stesso livello di ansia, tensione e adrenalina che avevo apprezzato nel primo libro, e che mi aveva tenuta incollata alle pagine del romanzo dall’inizio alla fine. In questo libro, come nel precedente, rientra in gioco la carta del thriller domestico con una forte vena psicologica, un genere che sto avendo modo di apprezzare notevolmente in questo ultimo periodo, ma il tutto mi è sembrato leggermente sottotono rispetto a La coppia perfetta. So che probabilmente non dovrei fare troppi paragoni con il suo primo libro, però mi aspettavo davvero un qualcosa in più. Nonostante ciò il libro rimane comunque una piacevole lettura per il suo genere, interessante e molto ben costruito. Ma andiamo con ordine.

Cass, nel rientrare a casa dopo una festa con i colleghi, si imbatte in un’auto ferma in una piazzola di sosta. Nonostante al suo interno ci sia una donna, Cass decide proseguire per la sua strada e di non fermarsi a prestare un possibile soccorso, complice anche il tempo avverso: un violento temporale si sta abbattendo sulla città e rende quasi impraticabile la via del ritorno. Il mattino seguente Cass viene a conoscenza, tramite il telegiornale del mattino, che la donna che aveva incontrato per strada è stata ritrovata morta, esattamente nel posto dove l’aveva incrociata. Per Cass questo è l’inizio di un vero e proprio incubo: da un lato il senso di colpa per non essersi fermata a prestare soccorso inizia a consumarla pian piano; dall’altra parte ha la sensazione che l’assassino abbia deciso di prendere di mira anche lei: si sente continuamente osservata, e dal giorno dell’omicidio ha incominciato a ricevere delle telefonate mute a casa. Il problema è che Cass ultimamente fa fatica a ricordarsi le cose: dimentica gli appuntamenti, non si ricorda come far partire la lavatrice…e la nostra protagonista ha paura di soffrire come la defunta madre di demenza precoce. Questo è principalmente il punto di partenza di tutto il romanzo: da qui prende il via e si sviluppa tutta la storia.

Tutto il romanzo si basa e cresce sotto un unico dubbio: Cass è davvero malata e si dimentica quello che gli accade oppure c’è qualcos’altro sotto che le sfugge? Il livello di suspance e tensione presente nel libro l’ho davvero gradito, anche se come dicevo all’inizio del post ho trovato meno verve rispetto all’altro libro che avevo lettoDurante la lettura ci sono tanti piccoli dettagli che compaiono pagina dopo pagina e che alimentano il dubbio, invogliandoti a cercare la verità e a scoprire qual’è il tassello mancante, la chiave per capire come sono andate realmente le cose.

Ho trovato il finale del libro un po’ troppo affrettato e sbrigativo: ho visto comparire la soluzione dell’omicidio in una pagina e subito dopo il libro era finito. Avrei sinceramente preferito un finale un po’ più incisivo, anche se devo ammettere che non avrei mai indovinato il colpevole: i miei dubbi e le mie indagini personali questa volta non sono andate a buon fine! 😉

 

✪✪✪✫✫


Romanzi di B.A. Paris

  • La coppia perfetta, 2016
  • La moglie imperfetta, 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...