Recensione “La ghostwriter di Babbo Natale” – Alice Basso

Buona vigilia di Natale cari lettori. Recuperiamo un po’ di tempo perduto e dedichiamoci alla recensione di un altro libro  che ho avuto modo di leggere negli scorsi giorni. Più che un libro, questa volta ho avuto a che fare con un racconto breve, di sole 40 pagine, ma che non ha deluso le mie aspettative: in fondo Alice Basso non delude mai, ed è sempre un piacere leggerla, soprattutto quando ti fa un regalo di Natale inaspettato ed in anticipo!


41+60w8490LLa Ghostwriter di Babbo Natale

Alice Basso

TRAMA: Per la maggior parte delle persone il Natale è il periodo più bello dell’anno: strade illuminate, cene in famiglia, regali da scartare. Ma non per Vani Sarca. Per lei, che normalmente odia la prossimità delle persone, il Natale è il peggior incubo che si possa immaginare. Non vorrebbe fare altro che restarsene da sola a leggere i suoi amati libri e continuare a indossare il suo look noir, così poco in tono con le tinte natalizie. Eppure una ghostwriter come lei non può mai andare in vacanza, nemmeno a Natale: c’è sempre bisogno della sua dote speciale, della sua capacità di comprendere le persone solo da un gesto, da un’inflessione della voce, da un atteggiamento. Insomma, anche sotto le feste deve vestire i panni di qualcun altro… e non di uno qualunque, ma addirittura di Babbo Natale.

TITOLO: La ghostwriter di Babbo Natale
AUTORE: Amie Kaufman, Jay Kristoff
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 4 dicembre 2017
PAGINE: 40

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

E proprio quando inizi a sentire la mancanza di Vani Sarca, del suo cinismo che la contraddistingue, della sua lingua biforcuta e della sua immancabile ironia, proprio quando ti sei messa l’anima in pace perché hai finito di leggere l’ultimo romanzo qualche mese fa e sai che dovrai aspettare l’anno nuovo per leggere una nuova avventura della nostra Vani, ecco che la Basso ti fa una sorpresa ed i primi di dicembre esce quatto quatto un racconto breve che vede il ritorno della nostra ghostwriter preferita. Inaspettato perché dell’uscita di questo racconto io non ne sapevo proprio nulla, la notizia evidentemente l’avevo persa da qualche parte…e l’ho scoperto solo qualche giorno fa, sfogliando la classifica degli ebook dell’Ipad. Ma soprattutto questo racconto è stato un piacevole regalo di Natale arrivato in anticipo: è possibile infatti scaricare il libro gratuitamente dai propri dispositivi, con sommo gaudio di noi lettori. Quindi Alice Basso grazie due volte!

In questo racconto veniamo catapultati nel Natale 2006, Natale in casa Sarca, prima dell’inizio delle avventure che abbiamo avuto modo di apprezzare nei precedenti romanzi di Alice Basso. Come c’era da aspettarselo, Vani sopporta mal volentieri il Natale e tutto quello che esso comporta, a partire dal pranzo in famiglia. Ma da quello purtroppo non si scappa e Vani deve farsene una ragione.

Anche se il racconto è proprio breve breve e si legge in men che non si dica, abbiamo modo di conoscere un po’ di più quei personaggi che ci sono entrati nel cuore: incontriamo una piccola Morgana che ha appena 7 anni ma è già una ragazzina alquanto sveglia, c’è il commissario Berganza (anche se qui compare solo come un miraggio dell’ispettore ideale che potrebbe smuovere la corazza di Vani) e poi c’è lei Vani: la protagonista indiscussa. In questo racconto ha appena iniziato a lavorare per le edizioni L’erica, quindi siamo proprio agli albori della sua storia ma è sempre bello fare dei salti indietro nel tempo per conoscerla un po’ di più.

In poche pagine la Basso riesce a regalarci un sacco di emozioni, ci fa vivere l’incanto del Natale con il sorriso sulle labbra. In 40 pagine è riuscita a racchiudere un mondo intero e ci ha dato l’ennesima prova che il cuore di Vani non è poi cosi freddo come si potrebbe pensare a primo acchito: sotto quell’impermeabile nero si nasconde un cuore grande, capace di non deludere l’animo ed i sogni dei più piccini. Grazie Alice per questo racconto: ora non mi resta altro da fare che rimettermi in paziente attesa del prossimo volume!

✪✪✪✪✪


Romanzi di Alice Basso con protagonista Vani Sarca

  • L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome, 2015
  • Scrivere è un mestiere pericoloso, 2016
  • Non ditelo allo scrittore, 2017
    • La ghostwriter di Babbo Natale, 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...