Recensione “Tempi duri per i romantici” – Tommaso Fusari

Buona domenica lettori! E buon primo week end di Febbraio! Come ve la passate? Io sono finalmente riuscita a ritrovare il mio equilibrio casa- lavoro e questo fine settimana ho lasciato un largo margine di tempo da dedicare al blog e alla lettura. Il mese appena trascorso si è rivelato un mese molto proficuo a livello di letture e mi devo ritenere davvero molto soddisfatta perché sotto mano mi sono capitati dei libri davvero, davvero speciali; e uno di questi è sicuramente Tempi duri per i romantici di Tommaso Fusari.


tempi duri per i romanticiTempi duri per i romantici

Tommaso Fusari

TRAMA: Stefano ha ventidue anni e una vita tranquilla. Simpatico, belloccio e con la battuta sempre pronta, divide il suo tempo tra le serate a Trastevere con gli amici, il lavoro che non ama particolarmente ma che gli permette di avere una casa tutta per sé, le polpette piene d’amore di mamma e la storia con Michela. Sembrerebbe andare tutto per il verso giusto eppure a Stefano qualcosa non torna. Non può fare a meno di sentirsi incompleto, fuori posto, fuori cuore. Stare con Michela gli ha fatto capire che “con una donna puoi ridere, mangiare, guardarci un film, scoparci tutta la notte, prenderci il caffè insieme e correre comunque il rischio di non amarla”. Perché l’amore vero è un’altra cosa. E sta da un’altra parte. Allora succede che ritrovare un dischetto di cartone con sopra disegnato un pettirosso dia uno strattone alla sua vita costringendolo a ripensare a quando, dieci anni prima, era poco più che un bambino. E a ricordare quegli occhi scuri e profondi, quelle lentiggini che diventavano una costellazione, quel modo goffo e particolarissimo di tirarsi da parte i capelli rosso fuoco. Da quel momento niente ha più senso se non andare a cercarla, ovunque sia, rischiando di perdere tutto pur di ritrovarla. Lei, Alice, il pezzo mancante, la ragazzina che ti guardava in un modo che non sai spiegare, in un modo che ti sentivi subito a casa. Perché, davvero, certe volte perdersi diventa l’occasione unica e imperdibile per ritrovarsi. Perché “si possono dimenticare episodi, eventi, parole, canzoni, ma mai le persone che ci hanno fatto del bene”.

TITOLO: Tempi duri per i romantici

AUTORE: Tommaso Fusari

EDITORE: Mondadori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 02 Maggio 2017

PAGINE: 202

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

Avete presente quei libri che vi vien voglia di leggere a tutti i costi e non c’è verso di farvi cambiare idea? Questo è quello che è un po’ capitato a me con questo romanzo. Ne avevo letto la sinossi appena uscito e già li qualcosa aveva solleticato il mio interesse, salvo poi inserirlo nella mia TBR infinita con l’idea di acquistarlo nei mesi a venire. Col passare dei mesi poi, mi sono imbattuta in diverse recensioni di questo romanzo, una più bella dell’altra e questo non ha fatto altro che accrescere il mio interesse per Tempi duri per i romantici. E, quando finalmente mi sono decisa ad andare in libreria ad acquistarlo, il suddetto libro sembrava essere sparito dalla circolazione, sparito! Ho girato non so quante librerie del milanese, ma trovare una copia del libro sembrava essere diventata un’impresa quasi eroica. Quando ormai ero entrata nell’ottica di ritornare a casa ed acquistare il libro tramite il fidato Amazon ecco che mi imbatto in una piccola libreria, e li, quasi nascosto tra centinaia di altri titoli, ecco comparire una singola copia del romanzo: non potete capire la gioia! E devo ammettere che ne è valsa la pena compiere questa estenuante ricerca: la bellezza del libro ha ripagato ampiamente i miei sforzi!

Stefano, la voce narrante del romanzo è un ragazzo come tanti: vive a Roma, ha un lavoro, una casa in affitto, una famiglia a cui vuole bene e una fidanzata Michela. La sua, sembra una vita normale, ma soprattutto una vita completa sotto ogni aspetto. Però Stefano sente che gli manca qualcosa: si rende conto di non essere completamente soddisfatto di quello che ha; la sua relazione con Michela non è quello che in molti potrebbero definire vero amore: e dopo due anni passati insieme anche Stefano arriva alla conclusione di non amare quella ragazza che gli è stata accanto fino ad oggi. Perché il vero amore è tutta un’altra storia e anche Stefano deve fare i conti con questa realtà.

Il ritrovamento di un oggetto a lui caro, lo riporta con la mente al ricordo di un periodo della sua vita in cui tutto il suo mondo girava attorno ad una persona: Alice, una bambina dai capelli rosso fuoco e dal viso coperto da lentiggini. Una bambina, che in poco tempo, era riuscita ad entrare nel cuore di Stefano: la sua compagna di banco, di giochi, la sua confidente, la sua migliore amica, il centro del suo mondo; e che da un giorno all’altro era sparita dalla sua vita. Eclissata, come se non fosse mai esistita. Da quel giorno sono ormai passati dieci anni, ma l’affetto che Stefano provava nei confronti di Alice lo spinge a rischiare lo stesso, a lasciare tutte le sue certezze per mettersi alla ricerca di Alice, una ricerca di sicuro non facile, ma soprattutto piena di rischi e possibili delusioni.

Stefano è il fulcro di questo romanzo, il cuore pulsante: attraverso i suoi occhi abbiamo modo di conoscere Alice; è un ragazzo pieno di sogni, spinto dall’impulsività e dalla voglia di trovare quel senso di appagamento e di benessere che solo con Alice era riuscito a provare.  È un ragazzo che non si lascia scoraggiare dalle porte chiuse che incontra lungo il suo cammino, non si perde d’animo, continua a cercare, lottare e percorrere la strada che lo porterà verso la sua felicità. Alice invece, è un personaggio più difficile da apprezzare a primo acchito: la bambina dolce che abbiamo conosciuto attraverso i ricordi di Stefano, si è trasformata in una giovane donna segnata e provata dalle difficoltà della vita. Alice, è una ragazza che ha eretto un muro intorno a sé e che sta andando lentamente alla deriva. Solo grazie a Stefano ritroveremo la vera Alice, quella che aveva fatto battere il cuore del giovane Stefano.

La storia di Alice e Stefano è una storia bella, vera ed autentica sotto ogni punto di vista. Una storia intensa, ricca di emozioni; una storia che vi farà sorridere, vi farà piangere e che vi lascerà con il fiato sospeso oltre ad un cuore gonfio di emozioni. In poche pagine l’autore è riuscito a racchiudere e condensare una miriade di emozioni che faccio ancora fatica ad assimilare. La storia di Alice e Stefano è una storia che merita di essere raccontata e che senza alcun ombra di dubbio merita di essere letta e vissuta.

Inutile dirvi che il libro è stato divorato in meno di un giorno: tempi duri per i romantici è un libro che si legge tutto d’un fiato: è praticamente impossibile riuscire a staccare gli occhi dalle sue pagine. A partire dalla trama, solida e coinvolgente, fino ad arrivare allo stile di scrittura dell’autore. Non c’è nulla da dire, Fusari sa scrivere, e lo sa fare davvero bene; il suo è uno stile fluido e davvero molto coinvolgente.

Sicuramente questo è un romanzo di cui consiglio vivamente la lettura; un libro che è allo stesso tempo un inno al romanticismo, al vero amore, ma anche un esortazione al non arrendersi davanti alle difficoltà della vita e al non adagiarsi di fronte alle comodità. Perché a volte, mollare tutto e rischiare, saltare nel buio, risulta essere la scelta migliore che tu possa fare.

✪✪✪✪✪


Romanzi di Tommaso Fusari

  • Tempi duri per i romantici, 2017
  • Ci vediamo tra poco, 2017

2 pensieri riguardo “Recensione “Tempi duri per i romantici” – Tommaso Fusari”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...