Recensione “Darker” – E.L. James

Buongiorno lettori! La settimana ormai volge lentamente al termine ed io sono di nuovo qui a tenervi compagnia con un’altra recensione. Mi sono resa conto che in questo mese  sto leggendo davvero tanto, ma le recensioni si stanno accumulando una sopra l’altra: quindi urge un po’ di sana organizzazione ed un duro lavoro per rimettermi in pari e non rimanere soffocata dagli appunti!


01f8fb65-4d9a-4c64-ba52-1d7c75483258Darker

E.L. James

TRAMA: La rovente relazione tra Christian Grey e Anastasia Steele è finita con una rottura dolorosa piena di recriminazioni, ma lui non riesce a togliersi Ana dalla testa e dal cuore. Determinato a riconquistarla, Christian tenta di reprimere le sue pulsioni più oscure e la sua necessità di avere il controllo su tutto, e di amarla alle sue condizioni. Ma gli incubi della sua infanzia continuano a ossessionarlo, e l’intrigante capo di Ana, Jack Hyde, la vuole per sé. Riuscirà il dottor Flynn, il confidente e psicologo di Christian, ad aiutarlo a sconfiggere i suoi demoni? O la possessività di Elena, la sua seduttrice, e la devozione malata di Leila, l’ex sottomessa, faranno precipitare nuovamente Christian nel passato? E se Christian riconquisterà Ana, come potrà mai un uomo tanto tormentato e ferito sperare di tenerla al suo fianco? Con “Darker” E. L. James offre una versione più profonda e oscura di “Cinquanta sfumature”.

TITOLO: Darker

AUTORE: E.L. James

EDITORE: Mondadori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 09 Gennaio 2018

PAGINE: 580

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

Ed eccoci di nuovo qui, dopo tre anni dall’uscita di Grey, con l’uscita di un nuovo romanzo della serie che vede protagonisti la giovane Ana ed il tenebroso Christian Grey. Credo sia inutile soffermarsi troppo sulla trama: la storia la conoscono a memoria ormai tutti, o perlomeno sono certa che sappiate di cosa stiamo parlando. Con la prima trilogia avevamo avuto modo di conoscere l’intero avvicendarsi di Ana e Christian, il tutto visto con gli occhi di lei. In questo quinto libro ripercorriamo tutto quello che era accaduto in Cinquanta sfumature di nero, seguendo la voce narrante di Mr Grey. Sarà lui a guidarci nel corso della storia, a darci il suo punto di vista, a svelarci tutto quello che si nasconde nella sua mente.

E da qui iniziano i primi problemi che ho riscontrato nella lettura di questo romanzo: dal momento in cui la storia la conoscevo di già, mi aspettavo di trovare, all’interno del libro, un’analisi più profonda dei personaggi e non una semplice ricostruzione degli eventi con un altro punto di vista. Mi sarei aspettata un’analisi più profonda del personaggio di Christian, una sorta di introspezione del suo stato d’animo, dei suo pensieri, del suo cambiamento da uomo che deve affrontare i demoni del suo passato e cercare un modo per superarli. Tutto questo invece è mancato e, a parer mio, questo ha guastato un po’ l’intero valore del libro. Il personaggio di Christian l’ho sempre visto come un mondo a sé: le poche informazioni su quello che lui ha passato le abbiamo carpite dai pensieri di Ana; ed è un vero peccato non aver sfruttato l’occasione di questo libro per farcelo conoscere in maniera più approfondita. Il suo, è un personaggio ricco di potenzialità, che in questo libro sono state relegate nell’angolo più buio del libro, per dar spazio ad una banale ricostruzione degli eventi, per la serie: rinfreschiamoci la memoria su quello che è successo sei anni fa.

In questo romanzo, tutto quello che credevamo di conoscere del signor Grey, si frantuma dopo poche pagine. Christian il dominatore? L’uomo tutto d’un pezzo, fissato con le sue regole e le sue abitudini insolite? Dove è finito? Che fine ha fatto e chi è questa brutta copia che ha preso il suo posto? Ecco, questo è quello che ho pensato dopo aver letto un po’ di pagine. Sapevo che in questo romanzo ci sarebbe stata la “trasformazione” di Mr Grey, ma mi aspettavo un’evoluzione del personaggio e non una semplice arrendevolezza da un giorno all’altro. Alla fine lui è un uomo che ha subito traumi fin dalla prima infanzia: è mai possibile che questi demoni scompaiano dal giorno alla notte? I suoi cambiamenti sono frenetici ed insensati: il suo unico pensiero è quello di non perdere Ana, il tutto gira intorno a questa immensa paura, come se fosse andato in loop; arriva a rinunciare alla sua natura pur di non perderla, senza nessuna logica, e rendendo l’intero personaggio poco credibile.

Anche lo stile narrativo non mi ha fatto gioire: ho trovato il tutto estremamente molto semplice, con frasi a volte messe insieme un po’ a caso, senza tener conto del filo dei pensieri di Christian paragonabile a quelli di un bambino, piuttosto che pensieri di un giovane uomo in carriera con un impero sotto ai suoi piedi. Ragionamenti e pensieri articolati? No grazie. Detto questo non credo di aver molto altro da aggiungere; sicuramente il flop per questo mese, salvo imprevisti, se lo aggiudica proprio questo libro.

✪✫✫✫✫


Romanzi di E.L James (serie 50 sfumature)

  • Cinquanta sfumature di grigio, 2011
  • Cinquanta sfumature di nero, 2012
  • Cinquanta sfumature di rosso, 2012
  • Grey, 2015
  • Darker, 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...