Recensione “Un giorno solo” – Felicia Yap

Buon venerdi! E aggiungerei anche un FINALMENTE! Oggi sono molto contenta, il week end è alle porte e stamattina mi sono svegliata con dei piccoli fiocchi di neve…che meraviglia! Ma veniamo a noi, anche oggi giorno di recensione. Quest’oggi vi parlo di un libro uscito da poco in libreria, un esordio che mi ha piacevolmente colpito.


978885666273HIG_b6a45a9143145662aba1ff5c70f94b86.JPGUn giorno solo

Felicia Yap

TRAMA: Una cittadina addormentata nei pressi di Cambridge, immersa nell’umido clima inglese. Qui, nella sua bella casa, Claire Evans si sveglia e, come ogni mattina, è costretta a consultare il suo diario elettronico per sapere chi è l’uomo accanto a lei. “Nome: Mark Henry Evans. Età: 45 anni. Occupazione: romanziere con ambizioni politiche. Ci siamo sposati alle 12.30 del 30 settembre 1995 nella cappella del Trinity College. Alle nozze hanno assistito nove persone”. Ogni mattina, Claire deve reimparare tutto, o quasi. Perché lei, come molti altri, appartiene alla grigia maggioranza dei Mono: persone il cui cervello, dopo i diciotto anni, non è più in grado di accumulare nuova memoria, e che dunque ricordano soltanto il giorno prima. I Duo come suo marito Mark, invece, hanno una marcia in più: riescono a ricordare fino a due giorni prima. Quarantotto ore. Ventiquattr’ore di superiorità. In un mondo del genere, in cui l’unica cosa che ti lega a ieri è il tuo iDiary, anche per le tue stesse emozioni devi affidarti alle parole che hai scritto. Se sei triste, non sai perché. Se hai paura, non sai perché. E Claire ha paura. Tutti i giorni. Specie da quando Mark è stato accusato dell’omicidio di una donna. In una corsa contro il tempo, prima che Mark stesso dimentichi ciò che ha fatto, Claire dovrà scoprire, aiutata dal detective Hans Richardson della polizia del Cambridgeshire (un uomo che a sua volta lotta con la propria, fallibile memoria), chi ha ucciso quella donna e soprattutto chi è davvero suo marito.

TITOLO: Un giorno solo

AUTORE: Felicia Yap

EDITORE: Piemme

DATA DI PUBBLICAZIONE: 30 Gennaio 2018

PAGINE: 400

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

La lettura di questo romanzo, come vi dicevo, si è rivelata una piacevole scoperta. La storia che ci viene proposta dall’autrice mescola e intreccia insieme due generi che amo molto: il thriller e il distopico.

Ci troviamo in una realtà alternativa dove le persone vengono classificate non in base al loro ceto sociale, la loro razza o le loro scelte religiose; qui le persone vengono suddivise in base alla loro capacità di assimilare ricordi. Ci sono i mono, persone capaci di memorizzare solo le 24 ore precedenti; e ci sono i duo, coloro i quali hanno il privilegio di ricordare fino a 48 ore prima. Quest’ultimi, grazie a questo giorno di vantaggio rispetto agli altri, vengono considerati dei privilegiati, degli uomini di successo e, inevitabilmente, un gradino più in altro rispetto ai comuni mono. Il ricordarsi uno o due giorni però non corrisponde ad avere una vita facile e serena: entrambi sono costretti ad utilizzare l’iDiary, un diario di ultima generazione, che permette di registrare al suo interno tutti i fatti salienti delle loro giornate, che meritano di essere ricordati. Questo diario è l’ancora di salvezza, l’unica prova di ciò che è accaduto la settimana prima, il mese prima, un anno prima, etc.. E saranno proprio i ricordi al centro di questo romanzo, essi saranno la chiave per risolvere un caso di apparente suicidio: una giovane donna viene ritrovata ormai prima di vita lungo la riva del fiume Cam. In una corsa contro il tempo il detective Hans Richardson dovrà riuscire a far luce su questo misterioso caso di suicidio e riuscire a dare una risposta alle innumerevoli domande che questo caso porta con sé,  il tutto prima che la linea dei ricordi finisca definitivamente nel dimenticatoio.

La storia che viene raccontata in questo romanzo d’esordio è una di quelle storie che personalmente mi piacciono molto: mi piace perdermi in congetture, ipotesi strampalate per poi ritrovarmi sempre alla fine del libro con la solita faccia da ebete stampata in fronte indice del mio non aver capito proprio nulla: tutte le mie ipotesi? crollate una dopo l’altra come un castello di carta. Ma va bene anche così. La trama risulta essere originale e innovativa, soprattutto grazie all’idea, in questo caso ben riuscita, di inserire al suo interno la componente distopica, senza soffermarsi al solo thriller. Qui si combinano vari generi, che rendono l’intero romanzo avvincente e molto intenso. Non credo sia un lavoro facile gestire due generi così diversi e, nonostante qualche piccola perplessità, ho apprezzato il risultato finale. Al centro di tutto resta il thriller, la veste distopica riveste un ruolo marginale, come se fungesse da semplice contorno alla storia principale. Ma questo non rende meno piacevole la lettura, anzi.

Un merito a parte devo concederlo allo stile linguistico e narrativo dell’autrice: è stata capace di tenermi legata alle pagine del suo libro dalla prima all’ultima pagina. La sua è una scrittura dinamica, fresca e molto coinvolgente, che accompagna il lettore passo passo, facendogli scoprire segreti e verità il più delle volte scomode. Non c’è nulla da dire, la Yap sa scrivere, e lo sa fare molto bene. Attiva la tua curiosità, ti coinvolge, ti fa scavare nel passato delle persone, ti guida verso una soluzione per poi cambiare completamente tutte le pedine in gioco, sospettati compresi. Non mi resta che consigliare questo libro, soprattutto agli amanti del genere: non rimarrete delusi.

✪✪✪✪✫


Romanzi di Felicia Yap

  • Un giorno solo, 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...