Recensione “Magic” – V.E. Schwab

Buon pomeriggio lettori! Come procedono le vostre vacanze? Io continuo la mia trasferta dal mare: relax, sole e tanto, tanto riposo. Devo ammettere che sto ricaricando completamente le pile, ma soprattutto ho un sacco di tempo libero per leggere: la gioia! Ed oggi voglio tenervi compagnia con la mia opinione sul libro Magic, di V.E. Schwab.


9788822707840_0_0_0_75
Magic

V.E. Schwab

TRAMA: Kell è uno degli ultimi maghi rimasti della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono infatti la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, dove accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio iii nella Londra Bianca, la più noiosa delle versioni di Londra, quella senza alcuna magia. Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere anche solo piccoli scorci di realtà che non potrebbero mai vedere. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e adesso Kell comincia a rendersene conto. Dopo un’operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale e infine lo costringe a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se si vuole continuare a giocare prima di tutto bisogna imparare a sopravvivere…

TITOLO: Magic
AUTORE: V.E. Schwab
EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 12 Ottobre 2017
PAGINE: 416

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

“Alcuni credevano che la magia venisse dalla mente, altri dall’anima, dal cuore, o dalla volontà. Ma Kell sapeva che veniva dal sangue.”

Magic è il primo libro di una nuova trilogia di V.E Schwab, autrice già conosciuta per Questo canto selvaggio.

Molti sono in grado di padroneggiare la magia a Londra Rossa, ma Kell, protagonista di questo romanzo, appartiene ad una specie di maghi molto potenti ed in via d’estinzione: gli Antari. Chi appartiene a questa stirpe infatti è in grado di viaggiare attraverso mondi paralleli. Grazie alle sue doti, Kell è tenuto in grande considerazione tra le varie corti: da Giorgio III nella Londra grigia (priva di magia), ai reali della Londra bianca (molto violenta e ambiziosa di potere) che cambiano in continuazione. Nonostante sia stato adottato dalla famiglia reale della Londra Rossa, e venga considerato alla pari di un figlio, Kell si sente quasi rinchiuso in una gabbia, come se fosse un oggetto di valore da utilizzare per i propri scopi. Quindi, per evadere e cercare la propria strada, si ritrova a contrabbandare illegalmente oggetti da una Londra all’altra. Tutto sembra procedere come sempre, fino a quando un giorno, durante uno di questi scambi, Kell si ritrova tra le mani un oggetto molto pericoloso, proveniente dalla Londra nera, una città che non dovrebbe esistere più.

Una trama davvero deliziosa e molto originale, e che riesce a catturare il lettore grazie al mix di magia, avventura e oscurità. L’azione lascia con il fiato sospeso e più di una volta durante la lettura, nasce il timore per la sorte dei protagonisti.

I personaggi sono ben costruiti e nonostante siano pieni di imperfezioni, difficilmente vi passeranno inosservati. Kell, nonostante sia cresciuto circondato da ricchezze ed agi, non è un ragazzo viziato né tanto meno arrogante. A causa del senso di vuoto che deriva dal non conoscere le sue origini ed i suoi genitori, Kell cerca di sfogare questa mancanza compiendo atti illegali. Ma nonostante questi piccoli gesti di ribellione, resta sempre un ragazzo pronto a salvare le persone che richiedono il suo aiuto. Ad affiancare Kell troviamo Lila, una ragazza che ha perso tutto e che non si fa scrupoli ad uccidere.

Le ambientazioni di questo romanzo le ho trovate adatte a quello che stavo leggendo. A partire dalla periodizzazione, posta ad inizio ottocento, alle tre città in cui si svolge l’intero racconto, molto simili in alcuni punti cardine, ma completamente diverse le une dalle altre. L’ambientazione è di sicuro il punto forte: abbiamo mondi paralleli, alcuni caratterizzati dalla magia, altri completamente privi. Il multiverso che l’autrice ha creato è davvero complesso, ma viene gestito in maniera magistrale. Si passa dal fascino antico di una Londra georgiana molto simile a quella che noi conosciamo, alla magia scintillante di Londra Rossa, fino all’inquietante pericolosità di Londra Bianca. Grazie alle descrizioni attente e puntuali sembra quasi di venire catapultati in questi luoghi magici insieme ai protagonisti. Le descrizioni sono davvero affascinanti, soprattutto per il fatto che la magia ne determina le caratteristiche delle diverse Londra.

Altro elemento a favore di questo romanzo è il ruolo dato alla magia, che diviene protagonista dell’intera storia. La magia è viva e sembra quasi avere una sua propria volontà.

Nel complesso il libro mi è piaciuto: nonostante sia partito a rilento, prendendosi un po’ troppo tempo per introdurre personaggi e ambientazione, in seguito la trama e l’azione hanno preso la strada giusta entrando nel vivo del racconto. Questo primo volume è riuscito ad entusiasmarmi passo passo ed ora non mi resta che aspettare il seguito per scoprire quali altre avventure attendono il giovane Kell.

✪✪


Romanzi di V.E Schwab

  • Magic, 2017

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...