Recensione “Il matrimonio di mia sorella” – Cinzia Pennati

il matrimonio di mia sorellaIl matrimonio di mia sorella

Cinzia Pennati

TRAMA: Bellissima e sognatrice, da sempre Celeste è la prediletta della famiglia, adorata dagli amici e dai numerosi corteggiatori. E finalmente è arrivato il giorno che tutti aspettavano: le nozze con Roberto, l’uomo ideale, solido e affidabile. Un matrimonio in grande stile, con un abito da favola e la chiesa traboccante di fiori. Ben diverso dalla rapida cerimonia con cui si è sposata la sorella maggiore Agnese: quasi un marchio d’infamia che la madre non le ha mai perdonato. D’altronde, Agnese è la figlia concreta e misurata, quella su cui si può sempre contare, che non riserva sorprese. Ma adesso, a quasi quarant’anni, con due bambine, un lavoro estenuante e un marito con cui forse la magia non c’è mai stata, Agnese vacilla: è veramente questa la vita che desiderava? E se è così, perché prova uno strano brivido ogni volta che riceve un messaggio da Andrea, quel nuovo collega così comprensivo? Ma quando perfino Celeste, tanto sicura e perfetta, viene messa in crisi da un ritorno inaspettato, Agnese non può che chiamare a raccolta le donne di famiglia, tutte radunate davanti a un bicchiere di sherry: la madre Ines, in eterno conflitto con la nonna; la cugina Fiamma, con un segreto nel cuore; e soprattutto l’eccentrica zia Rosa, che non si è mai sposata ma ha molto da rivelare sulla forza della passione… Nell’arco di un solo giorno speciale, tra ricordi, confessioni, tradimenti e riconciliazioni, Agnese vedrà cadere ogni certezza e ogni maschera: ma è davvero troppo tardi per essere leali con se stesse?

TITOLO: Il matrimonio di mia sorella
AUTORE: Cinzia Pennati
EDITORE: Giunti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 4 Aprile 2018
PAGINE: 272

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

A dispetto di quello che ci si potrebbe aspettare dalla copertina di questo romanzo, un romanzo leggero e senza troppe pretese, Il matrimonio di mia sorella si è rivelato invece un libro davvero ricco di spunti di riflessione. L’autrice è riuscita a creare un romanzo famigliare e tutto al femminile, con dei personaggi che difficilmente rimarranno indifferenti, semplicemente fantastico.

L’intera vicenda narrativa si svolge lungo il corso di un’estenuante quanto infinita giornata di preparazione del matrimonio di Celeste, la sorella minore di Agnese.  Una giornata di preparativi, di miliardi di cose da fare all’ultimo minuti, di imprevisti, di parenti che arrivano e di vestiti da sposa che appaiono all’ultimo minuto inadeguati. Ma è anche la giornata in cui tutto viene rimescolato, ridiscusso, dove gli scheletri tanto ben nascosti negli armadi per anni usciranno fuori; un giorno di dubbi, di rivelazioni, di colpi di scena, di segreti che verranno a galla e di verità a volte un po’ scomode.

A raccontarci l’interno corso della giornata ci penserà Agnese, i suoi occhi saranno lo sguardo che ci guiderà lungo tutte le pagine del romanzo. Agnese è una donna confusa, piena di dubbi e di timori. Una donna che si sente insoddisfatta ed inadeguata all’interno della sua famiglia. La realtà che la circonda non la soddisfa: a partire dal marito Luca (e qui ha trovato tutto il mio appoggio) capace di mostrarle solo i suoi difetti senza regalarle mai un minimo di gratificazione, fino alla sua famiglia che sembra condannarla e giudicarla per ogni singola scelta da lei intrapresa. Una donna che si sente costantemente fuori luogo e che si rifugia tra i suoi desideri, che paiono lontani dal suo quotidiano.

Un romanzo dove la componente femminile domina la scena: tante donne con tante sfaccettature diverse, ognuna con il suo passato ed un bagaglio ricco di segreti da condividere con le altre davanti ad una bicchiere di sherry. Agnese, Celeste, Rosa e Fiamma: difficile non riconoscere un tratto di noi stesse in queste donne.

Un romanzo con uno stile serrato, che permette il lettore di conoscere nella prima parte del libro Agnese, di comprenderla, di spalleggiarla, di entrare nel suo mondo e di circondarsi delle sue stesse persone che la vivono quotidianamente; fino ad arrivare alla seconda metà del libro in cui il ritmo si fa via via più serrato e non si riesce quasi a staccare il naso dalle pagine. Molte storie restano aperte, non ci viene svelato il finale per ogni donna: ci viene lasciata invece la possibilità di immaginare il meglio per ogni singola donna incontrata in questo libro davvero toccante.


Romanzi di Cinzia Pennati

  • Il matrimonio di mia sorella, 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...