Recensione “Anna che sorride alla pioggia” – Guido Marangoni

81O2vrHYx8LAnna che sorride alla pioggia

Guido Marangoni

TRAMA: «Un’ora dopo aver letto l’esito del test di gravidanza, avevo già montato un canestro in giardino. “È un maschio, me lo sento!”. Perché dopo due meravigliose figlie femmine era giusto, se non pareggiare i conti, almeno bilanciare un po’ le parti. A Daniela l’ultima cosa che interessava era il sesso della creatura che portava in grembo. Bastava che fosse sana, diceva. Che poi è il pensiero di ogni genitore, solo che, quando la vita ti ha già messo alla prova, quel pensiero non lascia spazio a nessun altro. Poi ci fu il succo alla pera. Qualche sorso per svegliare a suon di zuccheri il piccoletto, in modo che si posizionasse a favore di ecografo. Fu quello il giorno in cui capii che mi dovevo preparare, perché qualcosa stava davvero per cambiare. Quando la dottoressa ci convocò e senza tanti preamboli ci disse: “Si tratta della trisomia 21”, invece, capii un’altra cosa: che Daniela era già pronta. “È maschio o femmina?”, chiese, lasciandomi a bocca aperta ancora una volta. Perché adesso sì, l’unica cosa che contava era sapere chi sarebbe arrivato nella nostra famiglia. Era Anna la buona notizia che stavamo aspettando».

TITOLO: Anna che sorride alla pioggia
AUTORE: Guido Marangoni
EDITORE: Sperling & Kupfer
DATA DI PUBBLICAZIONE: 19 Settembre 2017
PAGINE: 191

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

“La creatura che stava arrivando in realtà era sana, aveva “solo” un cromosoma in più e, in quell’annuncio Marta e Francesca ci avevano dato una lezione che non scorderò mai. Mentre noi combattevamo per mandare sullo sfondo l’invadenza della sindrome e incontrare nei nostri pensieri la piccola, loro ci avevano preceduto per altre vie. Per Marta e Francesca, anche senza un nome, la bimba che cresceva dentro Daniela era già una persona.”

Ho divorato questo piccolo romanzo nel giro di poche ore. Guido Marangoni ci racconta una storia particolare: ha deciso di mettere nero su bianco la storia della sua famiglia. E lo ha fatto con estremo ottimismo, con ironia e con molta generosità.

La famiglia di Guido e Daniela è una famiglia come tante: genitori di due splendide ragazze, vivono gli alti e bassi comuni a tutte le case. Un giorno scoprono che Daniela è nuovamente in dolce attesa: una nuova vita sta per affacciarsi nel loro nucleo familiare. Ma, c’è un piccolo ma, la bambina che sta per nascere ha un cromosoma in più, soffre della trisonomia 21.

La bellezza di questo romanzo è insita nella semplicità con la quale l’autore ci accompagna passo passo attraverso la serie di innumerevoli emozioni che la sua famiglia ha provato lungo tutto il percorso che ha portato alla nascita di Anna. Dalla gioia iniziale appena scoperta la lieta novella della nuova vita in arrivo, fatta di speranze, di sogni e di desideri (è un maschio, me lo sento!), all’incredulità nell’apprendere la malattia della bambina. Una rabbia inevitabile che nasce, nel cuore di Guido e Daniela, accompagnata anche dallo spettro del dramma precedente (la coppia infatti aveva già perso una bambina); un continuo chiedersi “perché a noi?”, non può succedere di nuovo, “abbiamo già dato”. Un percorso, il loro, costellato dalla sofferenza, ma che è stato ampiamente ripagato da uno degli innumerevoli sorrisi che Anna gli regala giorno dopo giorno.

Con questo romanzo Guido ci mostra con estrema semplicità, e con una gran bella dose di ironia ed ottimismo, tutto il percorso che la famiglia Marangoni ha affrontato ed affronta giorno per giorno ed, allo stesso tempo cerca di abbattere il mondo di stereotipi con i quali si è costretti a convivere quotidianamente. Ci mostra, semplicemente raccontandoci il suo vissuto e mettendosi a nudo di fronte a noi lettori, un nuovo modo di essere genitori: un percorso probabilmente più complicato ma che continua a regalargli gioia e soddisfazioni.

Una piccola perla che merita di essere letta, vissuta e apprezzata in ogni singola pagina.

“Ma la bambina che stiamo attendendo ha davvero qualcosa in più. I medici dicono che si tratta di un piccolo cromosoma, ma per noi è molto altro. Lei è semplicemente Anna.”


Romanzi di Guido Marangoni

  • Anna che sorride alla pioggia, 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...