Recensione “Ogni giorno ha il suo male” – Antonio Fusco

51ZcmWliYAL
Ogni giorno ha il suo male

Antonio Fusco

TRAMA: La sonnacchiosa provincia toscana di Valdenza è improvvisamente scossa dall’omicidio di una donna che viene ritrovata in casa, in una posizione innaturale e con una fascetta stringicavo attorno al collo. Si pensa subito al movente passionale, ma all’occhio esperto di Casabona, il commissario incaricato del caso, qualcosa fin da subito non quadra: troppi elementi diversi sulla scena del crimine, troppi particolari contrastanti. Schivo, ma con una forte carica umana, reso cinico da troppi anni di mestiere alle spalle, Casabona capisce ben presto che l’omicidio è solo l’inizio di un vortice di morte: un gioco molto pericoloso in cui le regole sono quelle stringenti e folli di un serial killer. E Casabona non può che accettare la sfida. «Chiediti perché e troverai il movente e se troverai il movente sarai vicino all’assassino»: seguendo questa frase come un mantra e con l’aiuto dell’affascinante collega Cristina Belisario, Casabona cercherà di venirne a capo e per farlo sarà obbligato anche a una profonda riflessione sull’impotenza dell’essere umano rispetto alle conseguenze delle proprie azioni.
Un romanzo da non perdere. Un commissario che non si dimentica.

TITOLO: Ogni giorno ha il suo male
AUTORE: Antonio Fusco
EDITORE: Giunti editore
DATA DI PUBBLICAZIONE: 25 Giugno 2014
PAGINE: 260

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI


Recensione

“Dare la vita e toglierla. Sono due facce della stessa medaglia, due atti estremi d’amore e d’odio, in cui il bene e il male diventano opposti e speculari. Separati per sempre.”

Ottobre si sta rivelando, per la sottoscritta, il mese delle scoperte ( almeno in ambito letterario). Dopo una proficua capatina nella mia libreria di fiducia, sono tornata a casa con i primi tre romanzi di Antonio Fusco che vedono come protagonista il commissario Tommaso Casabona e,  in men che non si dica, ho portato a termine  il primo volume, auto maledicendomi per non aver dato una possibilità a Fusco un po’ di anni fa, quando il libro faceva la sua prima comparsa in libreria.

Ogni giorno ha il suo male è uno di quelli libri che si legge tutto d’un fiato, che ti porta a mettere da parte le mille incombenze giornaliere pur di andare avanti con la lettura e scoprire chi si cela dietro agli omicidi che stanno affliggendo la provincia toscana di Valdenza. E sarà grazie alla bravura ed alla tenacia di questo commissario di provincia che riusciremo a ritrovare il bandolo della matassa.

Questo primo romanzo della serie ci presenta il personaggio Casabona in tutte le sue sfaccettature: impariamo a conoscerlo sia nella sua vita prettamente lavorativa da commissario di polizia, che nella sua sfera più intima, quella familiare. Un personaggio che, nel giro di pochi capitoli diviene familiare; Casabona è un uomo normale: integerrimo nel suo lavoro, ma capace di apprezzare e trovare conforto nelle piccole cose (come la bellezza e la pace che derivano dall’ammirare un paesaggio toscano); un uomo molto umano, ma che è costretto ad aver a che fare con il crimine giorno dopo giorno. Un commissario tanto capace nel suo lavoro quanto fragile nella sua vita al di fuori del commissariato. Casabona è un uomo il cui matrimonio si è adagiato sui binari della quotidianità, con due figli ormai grandi e con una moglie che sembra non essere ancora in grado di superare la “sindrome del nido vuoto”. Tommaso è un uomo come tanti, ma proprio grazie a questa sua normalità è uno di quei personaggi di cui ci si dimentica difficilmente.

Insieme a Casabona ci addentriamo in un giallo davvero ben costruito, con una trama articolata, dove la catena di omicidi del presente si lega inesorabilmente al passato e dove la verità viene svelata al lettore passo dopo passo, in un susseguirsi di indizi ed intuizioni, in un vortice in continuo crescendo. Un indagine che ci viene narrata con dovizia di particolari, che incuriosiscono e mantengono viva l’attenzione. Tutto questo viene condito ed accompagnato con una scrittura consapevole e documentata; uno stile fluido, scorrevole ed essenziale, privo di fronzoli.

Ogni giorno ha il suo male è un romanzo che mi ha piacevolmente conquistata, una storia avvincente ed un commissario imperdibile: se non avete ancora avuto il piacere di conoscere Casabona, correte ai ripari, o meglio correte in libreria e recuperare questo primo volume della serie. Non lasciatevelo sfuggire!


Romanzi di Antonio Fusco, (le indagini del commissario Casabona)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...