Recensione “L’apprendista geniale” – Anna Dalton

 

TRAMA: Andrea attraversa il cancello del college di corsa, mentre il panorama di Venezia si perde all’orizzonte. È in ritardo, come sempre, e ancora più maldestra del solito, con il pesante borsone sulle spalle. Ma in tasca stringe tra le dita qualcosa che riesce a darle sicurezza ogni volta che è necessario: un foglietto di carta con su scarabocchiato «scrivi, scrivi, scrivi». Tre semplici parole che la madre le ha insegnato quando era una bambina. Tre semplici parole che ancora adesso segnano la strada verso il suo sogno: diventare giornalista. Dal giorno in cui è riuscita a tenere la penna in mano, Andrea ha riempito fogli e fogli, scrivendo di qualunque argomento. E questo il suo modo di distogliere la mente da ogni altro pensiero. Ora finalmente è entrata in una delle scuole di giornalismo più prestigiose al mondo, e ci è riuscita grazie a una borsa di studio per i suoi ottimi voti. Ecco la sua forza. Ma quello che ha imparato finora rischia di non bastare: tra quelle aule l’ambizione è il motore di ogni cosa e ci sono persone pronte a tutto pur di ostacolarla, pur di intralciare la conquista dei suoi obiettivi. Senza scrupoli. Per fortuna accanto a lei ha tre amici che non si sono arresi davanti alla sua indole timida e solitaria. C’è Marilyn, che veste sempre di nero. Andre, che la segue ovunque, come un’ombra. E soprattutto l’enigmatico ragazzo che si fa chiamare Joker e che, dietro un enorme sorriso, nasconde qualcosa che il cuore di Andrea non vede l’ora di scoprire. Con loro si sente più al sicuro. Eppure la posta in gioco è molto alta. Diventare una giornalista per lei significa tutto, e ora deve stringersi più che può al suo sogno. Non può deludere la persona a cui anni fa ha promesso di difenderlo. Anche se ci vuole un coraggio che pensava di non avere.

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI

TITOLO: L’apprendista geniale
AUTORE: Anna Dalton
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 30 Agosto 2018
PAGINE: 270


Recensione

L’apprendista geniale ci racconta la storia di Andrea Doyle, diciottenne di origini irlandesi, trasferitasi in Italia insieme al padre, dopo la morte della madre. La giovane ragazza ha un sogno: diventare un’affermata giornalista come sua madre; e pare che il treno delle grandi occasioni stia passando proprio accanto a lei. Andrea ha vinto una borsa di studio per poter frequentare la prestigiosa scuola di giornalismo veneziano, il Longjoy college.

Questo è sicuramente un libro rivolto ai giovani che parla di giovani: dei loro sogni, delle loro speranze e delle loro debolezze. La protagonista, Andrea, ci mostra cosa vuol dire avere un sogno alla loro età: sognare vuol dire cambiare il proprio modo di essere per poter realizzare i propri sogni; sognare vuol dire crescere. Ma questi sogni per il futuro sono sempre contornati da una grande forza di volontà e da un costante ottimismo. Il messaggio che lascia la protagonista a tutti i lettori con il suo modo di fare è sicuramente positivo.

Altro tema presente all’interno de L’apprendista geniale è quello dell’amicizia. Diventa inevitabile parlare di rapporti e di amicizia all’interno di un college. Ma l’autrice decide di soffermarsi su quella sensazione di inadeguatezza, che coinvolge molto spesso i giovani ragazzi. Il sentirsi fuori luogo, non adatti rispetto alla realtà che li circonda. La scelta della Dalton e di conseuenza della protagonista Andrea, è quella di mostrare come questa sensazione possa essere superata grazie alla vicinanza di altre persone: gli amici. La scelta di Andrea di circondarsi di persone con cui condividere le stesse sensazioni trasforma questo senso di disagio e malessere in forza per tutto il gruppo. In tutto il romanzo traspare il valore dell’amicizia e l’importanza di avere accanto a sé qualcuno sempre pronto a darti una mano e sostenerti nei momenti più bui.

Si parla inevitabilmente di giornalismo, dei retroscena più oscuri; di quel senso di arrivismo che porta le persone più spregevoli a metterti i piedi in testa pur di metterti in cattiva luce e spazzarti via come foglie secche. Un lato spregevole di questo lavoro, ma che può essere tranquillamente rapportato alla vita stessa e non solo al giornalismo.

Il personaggio di Andrea è molto ben caratterizzato e per il lettore diventa molto semplice immedesimarsi in questa giovane ragazza piena di sogni e buoni propositi. Nonostante viva la giornata sempre con il migliore dei suoi sorrisi stampato in faccia, resta comunque una ragazza piena di dubbi ed incertezze sul suo futuro, con una vena nerd molto accentuata. Un personaggio del quale seguiremo il suo percorso di crescita e formazione, con il quale condivideremo le gioie ma anche i momenti di sconforto. Pagina dopo pagina vedremo Andrea prendere sempre maggior consapevolezza di sé e delle proprie capacità. Il suo percorso sarà costellato di diverse difficoltà, ma grazie al suo coraggio ed alla sua voglia di mettersi costantemente in gioco vedremo come tutto può tranquillamente realizzarsi.

Lo stile narrativo della Dalton rende il romanzo scorrevole e molto leggero. Una lettura molto spensierata, ma capace di trasmettere la giusta dose di emozioni. Un libro ricco di citazioni e riferimenti all’ambito cinematografico: da Harry Potter al Signore degli anelli, passando inevitabilmente per Star Wars e Dungeons and Dragons. Gli appassionati del cinema e dei giochi di ruolo apprezzeranno sicuramente tutti i riferimenti tra una pagina e l’altra.

Un romanzo adatto per un pubblico giovane e non, capace di trasmettere la giusta dose di coraggio per affrontare i piccoli o grandi ostacoli della vita.

✪✪✪✫✫


Romanzi di Anna Dalton

  • L’apprendista geniale, 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...