Recensione “L’amore è sempre in ritardo” – Anna Premoli

lamore-e-sempre-in-ritardo-x1000
Fonte: Newton Compton

 

TRAMA:I primi amori sono di solito un dolce ricordo, capace di far sorridere. Non per Alexandra Tyler: Norman Morrison, il migliore amico di suo fratello Aidan, l’ha rifiutata senza tante cerimonie dopo che lei ha trascorso l’adolescenza a corteggiarlo e a comporre per lui terribili lettere d’amore in rima. Ogni volta che lo vede – anche ora che è una donna adulta e sta finendo un dottorato in Geologia alla Columbia – non riesce proprio a controllare il malumore. Le sue storie sentimentali sono state tutte un fallimento. E la colpa, secondo Alex, è proprio di Norman. Quando, stanca di incontri poco entusiasmanti, decide di prendersi una sacrosanta pausa dal complicato mondo degli appuntamenti, Norman, altrettanto stufo di pranzi tesi in casa Tyler, le propone una tregua: lasciarsi il passato alle spalle e provare a comportarsi in modo almeno amichevole. Alex non può tirarsi indietro di fronte a quella che per lei suona quasi come una sfida: trattarlo in modo cordiale in fondo non dovrebbe essere così difficile. O almeno, questo è quello che crede..

Se volete acquistare il libro potete farlo da QUI

TITOLO: L’amore è sempre in ritardo
AUTORE: Anna Premoli
EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 27 Settembre 2018
PAGINE: 320


Recensione

“ Caro Babbo, anche se non credo in te da quando, a sette anni, Melissa Meier, grandissima strona, mi ha svelato in malo modo che le lettere che ti indirizzavo erano solo inchiostro sprecato, ti prego comunque di fare il  miracolo. Compensami di anni e anni di richieste quasi mai esaudite e fa’ in modo che Norman mi diventi indifferente al pari del tofu.”

Ammetto di aver aspettato davvero tanto tempo prima di prendere in mano l’ultimo romanzo di Anna Premoli. Come mio solito appena esce un suo nuovo romanzo corro a recuperarlo salvo poi rimandarne la lettura. Scelgo sempre di leggere i suoi libri in momenti che considero adatti. Quando ho bisogno di una storia leggera, frizzante capace di farmi staccare la spina e soprattutto il cervello, i suoi libri fanno sempre al mio caso, come un porto sicuro dove ritrovo amici fidati che non sentivo da tanto tempo. Perché in fondo, parte della bellezza di questi libri è da rintracciare proprio nei personaggi, che compaiono a sprazzi nei precedenti romanzi e che alla fine trovano la loro giusta collocazione in romanzi dedicati solo a loro. E proprio questo quello che succede in L’amore è sempre in ritardo, dove i protagonisti al centro di tutto sono Norman e Alex, due personaggi dei quali avevamo iniziato ad apprezzare i rapporti (non certo idilliaci) in È solo una storia d’amore. In quel caso loro erano dei personaggi secondari, mentre qui prendono il giusto spazio, svelandosi al lettore nella loro completa interezza.

Alex è innamorata di Norman da sempre, una cotta iniziata in piena adolescenza e mai smaltita del tutto, nonostante le porte in faccia ricevute dal suddetto ragazzo. Il principale ostacolo allo sbocciare della loro storia d’amore è la differenza d’età: Norman è molto più grande di Alexandra e, quando la giovane fanciulla aveva deciso di dichiarare il suo amore, agli occhi di Norman appariva poco più che una bambina. Da quel rifiuto adolescenziale sono passati dieci anni; dieci anni di silenzi e di rancori mai superati. Norman e Alex hanno chiuso ogni tipo di rapporto, basando il loro rapporto sulla formalità più assoluta (due ghiaccioli probabilmente dimostrerebbero più calore di loro due). Ma Alex non è mai riuscita a voltare completamente pagina ed a mettere una pietra (o un macigno) sopra a tutto; ed anche Norman pare aver cambiato pensiero nei confronti di questa giovane donna che ha visto crescere passo dopo passo.

In quest’ultimo romanzo, letto in poco più di una giornata, mi sono proprio divertita. La lettura è stata davvero piacevole e ricca di quella giusta dose di ironia che adoro. Grazie alla doppia narrazione il lettore ha modo di conoscere in maniera approfondita sia Alex che Norman, coglierne le innumerevoli sfumature e scoprire insieme a loro il trasformarsi dei rispettivi sentimenti. Una narrazione dove gli scambi di battute tra i due sono sempre una gioia per il lettore: mai banali, ricchi di frecciatine che non guastano. Un botta e risposta continuo che diverte e mantiene viva l’attenzione. Lo stile dell’autrice è quella chicca in più che mi spinge ogni volta a leggere una sua pubblicazione: una scrittura chiara, pulita e davvero scorrevole.

Alex e Norman sono due personaggi unici di cui è bello leggere le vicende. Come sempre ci troviamo di fronte a due caratteri ed a due modi di fare completamente opposti che, nonostante tutto riescono a trovare una loro sintonia insieme. Alex è una giovane donna con una gran voglia di vivere e di scoprire il mondo; per lei scalare le montagne è quasi un gioco da ragazzi (per Norman non si può dire lo stesso). Impulsiva, dinamica, piena di sfaccettature e con un primo amore difficile da archiviare. Norman invece, sotto la maschera dell’uomo di ghiaccio, nasconde una vena romantica del tutto inaspettata. Riflessivo, pacato, diffidente verso i nuovi sistemi di comunicazione (da evitare come la peste) e verso la felicità in generale, ma in grado di cambiare quel tanto che basta per aprire gli occhi e correre verso la sua personale.

Questo romanzo mi ha rigenerato, e non vedo l’ora di vedere tra gli scaffali delle librerie una sua nuova pubblicazione.

✪✪✪


Romanzi di Anna Premoli
  • Ti prego lasciati odiare, 2012
  • Come inciampare nel principe azzurro, 2013
  • Finché amore non ci separi, 2014
  • Un giorno perfetto per innamorarsi, 2015
  • L’amore non è mai una cosa semplice, 2015
  • L’importanza di chiamarti amore, 2016
  • È solo una storia d’amore, 2016
  • Un imprevisto chiamato amore, 2017
  • Non ho tempo per amarti, 2018
  • L’amore è sempre in ritardo, 2018

 

2 pensieri riguardo “Recensione “L’amore è sempre in ritardo” – Anna Premoli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...