Recensione “Andiamo a vedere il giorno” – Sara Rattaro

 

TRAMA: Alice è stata una figlia modello e una perfetta sorella maggiore, quella che in famiglia cercava di tenere insieme tutti i pezzi mentre il padre stava per abbandonarli, quella che per prima ha trovato il modo di comunicare con il fratellino, nato privo di udito, e di farlo sentire «normale». Ha pensato agli altri prima che a se stessa, ha seguito le regole prima che il cuore e adesso, di fronte a una passione che ha scardinato tutti i suoi schemi e le sue certezze, si ritrova a mentire, tradire, fuggire. Ma sua madre, Sandra, non ha alcuna intenzione di lasciarla sola. Su quel volo per Parigi c’è anche lei, e insieme iniziano un viaggio che è un guardarsi negli occhi e affrontare tutti i non detti, a partire da quel vuoto che ha rischiato di inghiottire la loro famiglia tanti anni prima. Alice si illude che, ritrovando la persona che si era insinuata nelle crepe della loro fragilità, possa dare una risposta a tutti i perché che si porta dentro, magari capire ciò che sta accadendo a lei ora, vendicare il passato e punire se stessa. Le occorreranno chilometri e scoperte inattese, tuttavia, per comprendere che non è da quella ricerca che può trovare conforto. Perché una sola è la verità: la perfezione non esiste, solo l’amore conta, solo l’amore resta. E la sua famiglia, così complicata, così imperfetta, saprà dimostrarle ancora una volta il suo senso più profondo: essere presente, sempre e a ogni costo. Per continuare insieme il cammino, qualunque sia la destinazione.

TITOLO: Andiamo a vedere il giorno
AUTORE: Sara Rattaro
EDITORE: Sperling & Kupfer
DATA DI PUBBLICAZIONE: 06 Novembre 2018
PAGINE: 196

Continua a leggere “Recensione “Andiamo a vedere il giorno” – Sara Rattaro”

Annunci

Recensione “Le vite parallele” – Antonio Fusco

 

TRAMA: Mentre sulla cittadina toscana di Valdenza si addensa una coltre di nubi cariche di neve, il commissario Casabona, di passaggio in questura per sistemare le ultime cose, ha un unico pensiero: tornare quanto prima in ospedale a fianco della moglie Francesca, le cui condizioni di salute lo hanno spinto a chiedere un incarico meno impegnativo. Ma la sua determinazione sta per essere spazzata via da un caso che ha sconvolto i suoi uomini e l’intera provincia: una bambina di tre anni letteralmente svanita nel nulla; una madre in lacrime che, entrando nella cameretta dove l’ha lasciata la sera prima, trova il letto vuoto. Quando l’ispettore Proietti gli mostra la foto di Martina, con il suo caschetto biondo e lo sguardo limpido e fiducioso, Casabona riesce a stento a conservare la sua fermezza. Può davvero sottrarsi al grido di aiuto di quegli occhi e lasciare la sua squadra senza una guida? Ben presto i sospetti si concentrano su un balordo cocainomane da cui la madre ha ricevuto esplicite minacce, e con il quale intratteneva rapporti piuttosto torbidi. Una soluzione servita su un piatto d’argento, eppure qualcosa non quadra, e Casabona sente per istinto che la madre non è l’unica fra le persone vicine a Martina ad avere dei segreti. È il momento di prendere in pugno l’indagine e scavare molto più a fondo. Una ricerca che trascinerà Casabona in un mondo popolato di maschere e vite parallele, abilmente nascoste dalla facciata della pubblica virtù… Che cosa è successo alla piccola Martina? Qualcuno l’ha portata via, oppure è uscita da sola per poi smarrirsi nei boschi? E soprattutto: ha ancora senso, dopo tanti giorni, aggrapparsi alla speranza di ritrovarla viva?

TITOLO: Le vite parallele
AUTORE: Antonio Fusco
EDITORE: Giunti tascabile
DATA DI PUBBLICAZIONE: 02 Gennaio 2019
PAGINE: 224

Continua a leggere “Recensione “Le vite parallele” – Antonio Fusco”

Recensione “Circe” – Madeline Miller

 

TRAMA: Ci sembra di sapere tutto della storia di Circe, la maga raccontata da Omero, che ama Odisseo e trasforma i suoi compagni in maiali. Eppure esistono un prima e un dopo nella vita di questa figura, che ne fanno uno dei personaggi femminili più fascinosi e complessi della tradizione classica. Circe è figlia di Elios, dio del sole, e della ninfa Perseide, ma è tanto diversa dai genitori e dai fratelli divini: ha un aspetto fosco, un carattere difficile, un temperamento indipendente; è perfino sensibile al dolore del mondo e preferisce la compagnia dei mortali a quella degli dèi. Quando, a causa di queste sue eccentricità, finisce esiliata sull’isola di Eea, non si perde d’animo, studia le virtù delle piante, impara a addomesticare le bestie selvatiche, affina le arti magiche. Ma Circe è soprattutto una donna di passioni: amore, amicizia, rivalità, paura, rabbia, nostalgia accompagnano gli incontri che le riserva il destino – con l’ingegnoso Dedalo, con il mostruoso Minotauro, con la feroce Scilla, con la tragica Medea, con l’astuto Odisseo, naturalmente, e infine con la misteriosa Penelope. Finché – non più solo maga, ma anche amante e madre – dovrà armarsi contro le ostilità dell’Olimpo e scegliere, una volta per tutte, se appartenere al mondo degli dèi, dov’è nata, o a quello dei mortali, che ha imparato ad amare.

TITOLO: Circe
AUTORE: Madeline Miller
EDITORE: Sonzogno
DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 Febbraio 2019
PAGINE: 411

Continua a leggere “Recensione “Circe” – Madeline Miller”

Recensione “L’uomo di gesso” – C.J. Tudor

 

TRAMA: Sono trascorsi trent’anni. Ed Munster adesso è un uomo, è rimasto a vivere nella stessa cittadina e insegna nella scuola locale. Abita nella bella casa che gli ha lasciato la madre e affitta una stanza a una studentessa vivace da cui è attratto, suo malgrado. Ed sembra essersi lasciato il passato alle spalle, quell’estate del 1986 in cui era un ragazzino e trascorreva giorni interi con i suoi amici. Tra infinite corse in bicicletta, spedizioni nei boschi che circondano la pittoresca e decadente Anderbury e i pomeriggi a scuola, il loro era un tempo sereno: erano una banda, amici per la pelle. E avevano un codice segreto: piccole figure tracciate col gesso colorato, per poter comunicare con messaggi comprensibili solo a loro. Poi, un giorno, quei segni li avevano condotti fino al bosco. Fino al corpo smembrato di una ragazza. Chi sia stato l’artefice di un simile delitto, in questi trent’anni, non si è mai saputo. Sono state percorse innumerevoli piste, tutte finite in vicoli ciechi, tutte rimaste fredde. La verità di cosa sia successo quel giorno nel bosco non è mai emersa. Ma adesso Ed ha ricevuto una lettera: un unico foglio, un uomo stilizzato, disegnato col gesso. Anche gli altri hanno ricevuto lo stesso messaggio. L’uomo di gesso è tornato. Con un thriller ispirato alla migliore tradizione anglosassone, C.J. Tudor afferra il lettore in una spirale progressiva e inesorabile, dentro la quale, solo nelle ultime pagine, ogni tassello troverà il proprio posto. Quando il quadro si farà d’un tratto necessariamente chiaro.

TITOLO: L’uomo di gesso
AUTORE: C.J. Tudor
EDITORE: Rizzoli
DATA DI PUBBLICAZIONE: 30 Gennaio 2018
PAGINE: 347

Continua a leggere “Recensione “L’uomo di gesso” – C.J. Tudor”

La Classifica di Aprile #2019

Buon pomeriggio amici lettori! Come sempre ad inizio mese ci ritroviamo per tirare un po’ di somme sul mese appena trascorso e per iniziare a programmare il mese corrente. Tra ponti e festività varie, le mi letture sono andate un po’ a rilento e per il mese di Aprile ho portato a casa solo sei letture. Mannaggia.

LIBRI LETTI NEL MESE DI FEBBRAIO: 6
NUMERO DI PAGINE TOTALI: 1896
GENERI LETTERARI: Gialli e Thriller, Narrativa, Mito, Classico

Continua a leggere “La Classifica di Aprile #2019”

Recensione “La scrittrice del mistero” – Alice Basso

 

TRAMA: Per Vani Sarca fare la ghostwriter è il lavoro ideale. Non solo perché le permette di restarsene chiusa in casa a scrivere, in compagnia dei suoi libri e lontano dal resto dell’umanità, per la quale non prova grande simpatia. Ma soprattutto perché così può sfruttare al meglio il suo dono di capire al volo le persone, di anticipare i loro pensieri, di ricreare il loro stile di scrittura. Una capacità intuitiva innata che fa molto comodo all’editore per cui Vani lavora. Lui sa che solo la sua ghostwriter d’eccezione è in grado di mettersi nei panni di uno dei più famosi autori di thriller del mondo: perché Vani adora i padri del genere giallo, da Agatha Christie a Ian Fleming passando per Dashiell Hammett, e nessuno meglio di lei sa scrivere di misteri. Persino un commissario di polizia si è accorto delle sue doti e ha chiesto la sua collaborazione. E non uno qualsiasi, bensì Romeo Berganza, la copia vivente di Philip Marlowe: fascino da vendere, impermeabile beige e sigaretta sempre in bocca. Sono mesi ormai che Vani e Berganza investigano a braccetto. Ma tra un’indagine e l’altra qualcosa di più profondo sembra unirli: altrimenti Vani non saprebbe come spiegare i crampi allo stomaco che sente ogni volta che sono insieme. Eppure la vita di una ghostwriter non ha nulla a che fare con un romanzo rosa, l’happy ending va conquistato, agognato, sospirato. E il nuovo caso su cui Vani si trova a lavorare è molto più personale di altri: qualcuno minaccia di morte Riccardo, il suo ex fidanzato. Superare l’astio che prova per lui e decidere di aiutarlo è difficile, ma Vani sta per scoprire che la mente umana ha abissi oscuri e che il caso può tessere trame più intricate del più fantasioso degli scrittori.

TITOLO: La scrittrice del mistero
AUTORE: Alice Basso
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 26 Aprile 2018
PAGINE: 303

Continua a leggere “Recensione “La scrittrice del mistero” – Alice Basso”

11 WWW …. Wednesday #2019

Buon mercoledì lettori! Ma soprattutto Buongiorno! Cavolo sono passate un bel po’ di settimane dal mio ultimo WWW… Sono sempre troppo impegnata e ogni volta, i miei buoni propositi vanno puntualmente a farsi benedire. Ma è inutile star qui a lamentarsi, rimbocchiamoci le mani e andiamo a vedere insieme questo recapito della settimana!

Continua a leggere “11 WWW …. Wednesday #2019”

#2 Shopping book…#2019

Buonasera lettori! Anche il mese di Aprile è ormai giunto al termine e la primavera sta finalmente mostrando i suoi primi segnali: adoro questa stagione! Come è andato il vostro mese? Avete dato fondo al portafoglio oppure avete tenuto i soldi ben chiusi nel salvadanaio in attesa di Maggio, che si preannuncia un mese carico di ottime uscite librose?

Io posso ritenermi abbastanza soddisfatta: ho comprato un po’ di libri, approfittando anche di un buono sconto su Libraccio. Avrei sicuramente voluto acquistare tantissimi altri titoli, ma sono riuscita a trattenermi! Però ho recuperato dei libri che volevo leggere a dei prezzi davvero convenienti: ottimo non trovate?

Continua a leggere “#2 Shopping book…#2019”

#09 News in libreria…#2019

Buongiorno lettori! Questa è La settimana! La settimana in cui esce un libro che attendiamo con ansia da un po’, un libro che sappiamo già ci farà scendere qualche lacrimuccia nel dover dire addio ad un personaggio tanto unico quanto raro: Vani Sarca! Eh già, proprio lei: Alice Basso torna in tutte le librerie in questa settimana, e a noi non resta altro da fare che mettere mano ai portafogli!. Ma oltre al suo nuovo libro, anche la Nord ci regala un titolo sul quale ho già puntato i miei occhi. Andiamo a scoprirli insieme!

Continua a leggere “#09 News in libreria…#2019”

Parole d’inchiostro #12

Si, io ti invidio, Leo. Il tuo silenzio è più elegante delle nostre chiacchiere da bar che oggi sono diventati strepiti da social, un abbaio incessante che si perde nell’etere, provocando distacco netto tra ciò che è reale e ciò che è virtuale, prigionieri di una gigantesca menzogna collettiva. Salute, sport, politica, cucina, economia, affari, arte. Per non parlare dell’orribile, odioso gossip. Tutti hanno un’opinione su tutto. Ci facciamo mangiare il cervello dai social per poi fotografare quello che abbiamo nel piatto e scattarci i selfie. Spariamo raffiche di “mi piace” a casaccio, ma la verità è che non ci piace più niente per davvero. Critichiamo anziché essere critici.

Tratto da “Se i pesci guardassero le stelle” – Luca Ammirati

Parole d’inchiostro #11

-Io quando sto male faccio sempre un gioco – dice Thomas. – Mi guardo intorno, osservo le persone, quel poliziotto per esempio, – e lo indica con il mento, – quella mamma, quel tassista, quella coppia, e penso che tra…ottanta, cento anni non ci saranno più, non ci sarà nessuno di loro, ma proprio nessuno. Non ci sarà più quel bambino col palloncino di Duffy Duck, ne quella donna che litiga al telefono con chi sa chi. Non ci sarai tu e non ci sarò io. Saremo tutti sostituiti da altrettante persone con altrettanti affanni, problemi speranze, paure. E fra altri cent’anni da altri ancora. E probabilmente seduti su questi scalini  ci saranno di nuovo un ragazza che piange e un ragazzo che dice stupidaggini. Pensa quanto siamo sostituibili.

Gli occhi di Emily si sono asciugati come pozzanghere al sole.

-Però siamo anche un po’ unici, – conclude lui,- perché la nostra storia non sarà mai uguale a quella di nessun altro.

Tratto da “Il primo giorno della mia vita” – Paolo Genovese

Recensione “La leggenda del ragazzo che credeva nel mare” – Salvatore Basile

 

TRAMA: Quando si tuffa Marco si sente libero. Solo allora riesce a dimenticare gli anni trascorsi tra una famiglia affidataria e l’altra. Solo allora riesce a non pensare ai suoi genitori di cui non sa nulla, non fosse che per quella voglia a forma di stella marina che forse ha ereditato da loro. Ma ora Marco ha paura del mare. Dopo un tuffo da una scogliera si è ferito a una spalla e vede il suo sogno svanire. Perché ora non riesce più a fidarsi di quella distesa azzurra. Perché anche il mare lo ha tradito, come hanno sempre fatto tutti nella sua vita. Eppure c’è qualcuno pronto a dimostrargli che la rabbia e la rassegnazione non sono sentimenti giusti per un ragazzo. È Lara, la sua fisioterapista, che si affeziona a lui come nessuno ha mai fatto. Lara è la prima che lo ascolta senza giudicarlo. Per questo Marco accetta di andare con lei nel paesino dove è nata per guarire grazie al calore della sabbia e alla luce del sole. Un piccolo paesino sdraiato sulla costa dove si vive ancora seguendo il ritmo dettato dalla pesca per le vie che profumano di salsedine. Quello che Marco non sa è il vero motivo per cui Lara lo ha portato proprio lì. Perché ci sono segreti che non possono più essere nascosti. Perché per non temere più il mare deve scoprire chi è veramente. Solo allora potrà sporgersi da uno scoglio senza tremare, perché forse a tremare sarà solo il suo cuore, pronto davvero a volare.

TITOLO: La leggenda del ragazzo che credeva nel mare
AUTORE: Salvatore Basile
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 24 Maggio 2018
PAGINE: 258

Continua a leggere “Recensione “La leggenda del ragazzo che credeva nel mare” – Salvatore Basile”

Recensione “La misura della felicità” – Gabrielle Zevin

 

TRAMA: Dalla tragica morte della moglie, A.J. Fikry è diventato un uomo scontroso e irascibile, insofferente verso gli abitanti della piccola isola dove vive e stufo del suo lavoro di libraio. Disprezza i libri che vende (mentre quelli che non vende gli ricordano quanto il mondo stia cambiando in peggio) e ne ha fin sopra i capelli dei pochi clienti che gli sono rimasti, capaci solo di lamentarsi e di suggerirgli di «abbassare i prezzi». Una sera, però, tutto cambia: rientrando in libreria, A.J. trova una bambina che gironzola nel reparto dedicato all’infanzia; ha in mano un biglietto, scritto dalla madre: «Questa è Maya. Ha due anni. È molto intelligente ed è eccezionalmente loquace per la sua età. Voglio che diventi una lettrice e che cresca in mezzo ai libri. Io non posso più occuparmi di lei. Sono disperata». Seppur riluttante (e spiazzando tutti i suoi conoscenti), A.J. decide di adottarla, lasciando così che quella bambina gli sconvolga l’esistenza. Perché Maya è animata da un’insaziabile curiosità e da un’attrazione istintiva per i libri – per il loro odore, per le copertine vivaci, per quell’affascinante mosaico di parole che riempie le pagine – e, grazie a lei, A.J. non solo scoprirà la gioia di essere padre, ma riassaporerà anche il piacere di essere un libraio, trovando infine il coraggio di aprirsi a un nuovo, inatteso amore…

TITOLO: La misura della felicità
AUTORE: Gabrielle Zevin
EDITORE: Nord
DATA DI PUBBLICAZIONE: 19 Giugno 2014
PAGINE: 313

Continua a leggere “Recensione “La misura della felicità” – Gabrielle Zevin”

Recensione “Dove c’è fumo” – Simon Beckett

 

TRAMA: La stanza è immersa in un buio irreale, sembra di camminare nell’inchiostro. Kate cerca di farsi strada a tentoni tra mobili sconosciuti. Non c’è tempo per fuggire. Poi un lampo di dolore, e sangue. Kate Powell è una donna di successo sulla trentina, indipendente, poco incline ai compromessi. Eppure sente che il tempo scorre inesorabile e la vita le appare sempre più vuota, priva di significato. Vuole un figlio, ma è rimasta scottata troppe volte da relazioni inconcludenti e non riesce più a fidarsi. Così decide di ricorrere all’inseminazione artificiale e scegliere il donatore pubblicando un annuncio: a rispondere è Alex Turner, psicologo affascinante e riservato. Il candidato ideale. Se non fosse che l’apparenza inganna.

TITOLO: Dove c’è fumo
AUTORE: Simon Beckett
EDITORE: Bompiani
DATA DI PUBBLICAZIONE: 18 Luglio 2018
PAGINE: 400

Continua a leggere “Recensione “Dove c’è fumo” – Simon Beckett”

Recensione “La cripta dei cappuccini” – Joseph Roth

 

TRAMA: Con “La Cripta dei Cappuccini”, Roth riprende la storia della famiglia Trotta, il cui epos aveva già narrato nella “Marcia di Radetzky”, per aggiungere una necessaria conclusione a quella vicenda che si era fermata sulla soglia della fine. Un nuovo capitolo di una saga che esplora l’inabissarsi di un mondo in cui coesistono l’Impero asburgico e la singolarissima civiltà ebraica dell’Europa orientale, entrambi condannati alla rovina e alla dispersione.

TITOLO: La cripta dei cappuccini
AUTORE: Joseph Roth
EDITORE: Adelphi
DATA DI PUBBLICAZIONE: 25 Settembre 1989
PAGINE: 196

Continua a leggere “Recensione “La cripta dei cappuccini” – Joseph Roth”

Recensione “Se i pesci guardassero le stelle” Luca Ammirati

 

TRAMA: Samuele ha trent’anni, una gran voglia di essere felice e la fastidiosa sensazione di girare a vuoto, proprio come fa Galileo, l’amico “molto speciale” con il quale si confida ogni giorno. Sognatore nato, sfortunato in amore, vorrebbe diventare un creativo pubblicitario ma i suoi progetti vengono puntualmente bocciati. Così di giorno è un reporter precario e malpagato, mentre la sera soddisfa il proprio animo poetico facendo la guida al piccolo osservatorio astronomico di Perinaldo, sopra Sanremo: un luogo magico per guardare le stelle ed esprimere i desideri. Proprio lì, la notte di San Lorenzo incontra una misteriosa ragazza, che dice di chiamarsi Emma e di fare l’illustratrice di libri per bambini. Samuele ne rimane folgorato e la invita a cena, ma è notte fonda e commette il più imperdonabile degli errori: si addormenta. Quando si risveglia, Emma è scomparsa nel nulla. Ma come la trovi una persona di cui conosci soltanto il nome? Non sarà l’ennesimo sogno soltanto sfiorato? In un tempo in cui persino l’amore sembra un lusso che non possiamo permetterci, questo romanzo di Luca Ammirati ci ricorda che per realizzare i nostri desideri è necessaria un’ostinazione che somiglia molto alla follia. E che a volte bisogna desiderare l’impossibile, se vogliamo che l’impossibile accada.

TITOLO: Se i pesci guardassero le stelle
AUTORE: Luca Ammirati
EDITORE: DeA Planeta
DATA DI PUBBLICAZIONE: 22 Gennaio 2019
PAGINE: 336

Continua a leggere “Recensione “Se i pesci guardassero le stelle” Luca Ammirati”

Recensione “Il primo giorno della mia vita” – Paolo Genovese

 

TRAMA: Emily, ex ginnasta olimpica, Aretha, poliziotta dal carattere forte, e Daniel, piccolo divo della pubblicità, hanno ognuno un motivo preciso per essere disperati. Napoleon, un professionista di successo, no; eppure, fra tutti, è il più determinato a farla finita. Un attimo prima che compiano il gesto irreparabile uno sconosciuto li persuade a stringere un patto: mostrerà loro cosa accadrà quando non ci saranno più, cosa lasciano, cosa si perdono, quale sarà la reazione di amici e parenti. Per una settimana i quattro avranno il privilegio di osservare sé stessi dal di fuori e l’occasione di riscoprire ciò che di più prezioso hanno dentro; affronteranno avventure ai confini della realtà, diventeranno un gruppo unito e vedranno realizzati desideri cui ormai avevano rinunciato, dopodiché saranno riportati indietro. A quel punto dovranno prendere una decisione. E per qualcuno l’ultimo giorno della vita potrebbe trasformarsi nel primo di una vita nuova.

TITOLO: Il primo giorno della mia vita
AUTORE: Paolo Genovese
EDITORE: Einaudi
DATA DI PUBBLICAZIONE: 22 Maggio 2018
PAGINE: 302

Continua a leggere “Recensione “Il primo giorno della mia vita” – Paolo Genovese”

#08 News in libreria…#2019

Buongiorno lettori! La settimana che inizia oggi si prospetta ricca di nuove uscite, una più interessante dell’altra. Mi sono segnata diversi titoli che con molta probabilità finiranno dritti dritti nella mia libreria. 

Continua a leggere “#08 News in libreria…#2019”